Nike Uomo Air Max Plus Uomo Nike scarpe. Nike CH 52dff9

Finale Nba, gara 5 finisce 104-87. Kawhi Leonard è l’Mvp della serie, Belinelli è nella storia: è il primo italiano a vincere l'anello
Andrea Barbuto
16 giugno 201410:46
Nike Uomo Air Max Plus Uomo Nike scarpe. Nike  CH 52dff9
Dal sito della Nba

.

I San Antonio Spurs sono campioni Nba. Vincono gara 5 in casa e conquistano un titolo più che meritato, vendicando la sconfitta dello scorso anno e regalando ai propri tifosi il Larry O’Brien Championship Trophy numero 5. 

È l’apoteosi di Gregg Popovich, al diciottesimo anno sulla panchina degli Spurs; è il trionfo dei Big Three (Duncan, Parker e Ginobili) diventati il trio più vincente della storia dei playoff Nba (117 gare vinte assieme); è il trionfo di Kawhi Leonard, Mvp della serie (terzo più giovane di sempre dopo Magic Johnson e Tim Duncan); ma è anche il trionfo di Belinelli, primo italiano a conquistare l'anello Nba. “Mentre ci preparavamo nello spogliatoio abbiamo ricordato ciò che è successo lo scorso anno e lo abbiamo usato per caricarci”, così Tim Duncan a fine gara ha commentato la vittoria. In realtà gli Spurs sono sembrati tutt'altro che carichi nei primi minuti di gioco.

 

Ad accendere l'At&t Center di San Antonio è il cantante pop folk statunitense Colbie Caillat, che intona l'inno americano davanti ai quintetti delle due franchigie. Coach Spoelstra rinuncia al play di ruolo e piazza Allen al posto di Chalmers; gli altri quattro sono Wade, James, Lewis e Bosh. Gregg Popovich, invece, risponde con Parker, Green, Leonard, Diaw e Duncan. L’inizio del match è marchiato da un solo uomo, LeBron James (che chiuderà con 31 punti a referto), mentre San Antonio sembra essere rimasta con la testa nello spogliatoio: 8-0 per Miami e 0 su 6 dal campo per gli Spurs. LBJ è carico e mette un canestro dietro l’altro. Sul 22 a 6 per gli avversari, si svegliano i texani che portano il parziale a solo 4 lunghezze. Il primo quarto si chiude sul 29 a 22 per gli Heat con un “Prescelto” in versione extraterrestre, 17 punti e 6 rimbalzi per colui che prima di rientrare sul parquet carica i suoi dicendo loro: “Seguite la mia guida”.

Le percentuali al tiro di Duncan (14) e compagni sono basse ma ciò nonostante gli Spurs rimangono a galla. Si rientra per il secondo quarto e Leonard (22) schiaccia il meno 5. Poi non contento tira in faccia a James per il meno tre: 29-26 Miami. Un paio di errori di Parker, che al momento ha uno score di 0/6 dal campo, e i canestri di Bosh (13) e Wade (11) rimettono un po’ di distanza tra le due squadre. Arriva il momento di Belinelli (4) che sul 35-28 prende palla, manda al bar Allen (5) con una finta e mette a referto i primi due punti della sua serata. Subito dopo Duncan crea dal post basso e San Antonio accorcia ancora fino tornare sul meno 3.

Gli Spurs sono vivi e l’At&t Center è una bolgia. Dopo l’ingresso del giocatore italiano il parziale è di 14-0 per San Antonio che ribalta il risultato arrivando 42-35 con un grande Ginobili (19) che dopo una bella penetrazione schiaccia in faccia a tutta la difesa di Miami. Si arriva al giro di boa sul 47-40 per San Antonio che ha definitivamente scacciato i fantasmi dei primi minuti e preso in mano il controllo della gara, nonostante un Parker in ombra e con la mano fredda (0 su 6 dal campo). Lebron chiude con 20 punti i primi due quarti.

I primi minuti dopo l’intervallo sono caratterizzati da un grande agonismo, ma pieni di errori da entrambe le parti che lasciano il punteggio immutato fino al minuto 8. A mettere punti a referto ci pensa Ginobili dalla lunetta, due su due e San Antonio a più 9. Sul 52-42 per gli Spurs quattro giocate tagliano le gambe agli Heat e danno la sensazione che il Larry O’Brien Championship Trophy stia per essere sollevato dai padroni di casa. Prima Mills mette dentro il più 14 e poi tre triple (2 Mills e Ginobili) intervallate da 2 punti di Bosh fanno registrare il +21 per i ragazzi di Popovich: 65-44 con Miami sulle gambe.

Patty Mills è in stato di grazia e arma tiri da tre che esplode con precisione chirurgica, mettendo a referto 14 punti in nove minuti. Leonard e Duncan gli danno una mano: 75-54. LeBron però non ci sta e accorcia il distacco con un tiro da due punti. Manca poco alla fine del quarto e Parker gioca col cronometro, sfruttando tutti e 24 i secondi prima di metterne due e migliorare le sue statistiche. Il play di San Antonio concede a Miami un ultimo possesso e una manciata di secondi, quelli che bastano a James per prendersi un fallo e andare in lunetta. Il terzo quarto si chiude 77-58 per gli Spurs.

L’ultima frazione inizia con una gran difesa di San Antonio, ma i primi due punti sono di Beasley. Parker si sveglia definitivamente e da quel momento non sbaglia praticamente più. Sul 83-65 Miami chiama il timeout ma l’effetto è soporifero; al rientro gli Heat commettono un’infrazione quasi imbarazzante regalando il possesso agli Spurs. Parker ha scaldato la mano, sforna assist e dopo la tripla di Diaw piazza in serie un arresto e tiro dei suoi e un pallonetto in penetrazione: 90-72 San Antonio con un At&t già in festa. Le telecamere di Abc si concentrano sul volto sconsolato di James uscito dal campo ormai rassegnato. Wade sbaglia due tiri dalla lunetta, mentre Parker è tornato ad essere un cecchino: altri 6 punti di fila con il tabellone che segna 96-76.

Gli ultimi minuti sono ormai una formalità e ci sarebbe da concentrarsi sulle facce in panchina se non fosse che in campo c’è il Beli da San Giovanni in Persiceto che ne mette altri due dopo aver mandato per aria Bosh. Popovich lascia la passerella a Duncan, alla 17esima stagione, poi fa lo stesso con Ginobili mentre sul parquet un ringiovanito Parker realizza due su due dalla lunetta e porta il risultato sul 100 a 81. Il franco-belga esce per prendere gli applausi del pubblico e abbracciare "Nonno Tim" con cui ha conquistato quattro anelli. Finisce 104-87, San Antonio vendica la sconfitta dello scorso anno e si laurea campione per la quinta volta nella sua storia. Una storia dalle sfumature tricolori grazie a Marco Belinelli, protagonista silenzioso di una serata epica anche per lo sport italiano.

 

Nike W Air Max Thea Kjcrd Donna Scarpe Deep Royal Blu Deep Royal ,Nike Donna Flex Experience Rn 6 Scarpe da Corsa 881805 Scarpe da ,Nike Wmns Match Supreme HI LTR Scarpe sportive, Donna Medium Olive ,NIB Joie genuine marrone Pelle Knee 3.5" Hi Pull On Stivali Sz 36 3.5 ,Nike Obra 3 Academy DF SG Scarpe da Ginnastica Basse Unisex – Adulto Nike Air Max 90 Motion, Nero Nero Wolf grigio Venom verde ,NEW Roman Gladiator ad da uomo in pelle ad Gladiator alta Top Scarpe Nike marrone blu Donna allacciatura Scarpe da Ginnastica basse Nike Air Force 1 ,NIKE Wmns MD Runner 2, Scarpe da Ginnastica Donna 749869,Nike Donna Air Max Thea Ultra Prm Scarpe da Corsa 848279 100 Scarpe ,Nike Lunar Force 1 Duckstivali Basse Taglie 8 13 Ale Birra Birra Ale ,Nike air force 1 07 lv8 in vendita ,NIKE MD MD NIKE RUNNER 2 tg. 44 Nero Scarpe Scarpe da Ginnastica Internationalist New Balance WL520 W Scarpa viola,NEW Top NIKE DUNK RETRO QS High Top NEW Uomo SZ 10.5 11 Syracuse New Balance WL574 B for Donna Poa Aquamarine Low Umizoh top Umizoh ,Nike Air VaporMax Flyknit Moc 2 iD In esecuzione scarpe. Nike Scarpe da Ginnastica ,Nike Cortez Classic Cortez Nike Nylon Prem UK4 EU37.5 6.5 Nuovo con ,New Basket Balance New Basket Wl520snb Balance a7qpw treatise ,New Balance Wl373psp, Scarpe da Fitness Donna Scarpe e borse,Nike Zoom Hyperflight PRM KD Lightning "Superhero Pack" Lightning KD ,Nike Blazer Low LE NIKE Citysport,NIKE, Scarpe da Ginnastica Donna Avorio off bianca, Avorio (off bianca), 40 EU ,Nike Air Max scarpe Save Up To 50% Nike Air Force 1 scarpe Uk Outlet New Scarpe Tacco Heavy Pelle Punk Stivaletti Argento mag016 Donna ,NIKE Downshifter 8, Scarpe In esecuzione Uomo MainApps Scarpe ,New Look col Oiler, Scarpe col Tacco Scarpe Punta 1897 Aperta Donna NIKE Donna materiale sintetico Wmns Air Max Jewell Premium port Nike da Ginnastica Wmns 5 37 Nero 6 Donna Scarpe Downshifter rIrUqv Nike Nike Nike Flyknit Lunar 3 Donna Online i Nuovi Modelli Nike


Altri Servizi

Tonfo a Wall Street, bocche cucite in Cina sulla tregua con gli Usa. Trump: "Sono l'uomo dei dazi"

Atteso giovedì il ritorno a Pechino del presidente Xi Jinping. In quel giorno il ministero del Commercio aggiornerà la stampa locale. Con un tweet, Trump alimenta la confusione

All'indomani di una seduta in netto rialzo, Wall Street ha subito un tonfo notevole. In sole 24 ore, gli investitori si sono riscoperti cauti mentre monta il loro scetticismo sulla tregua commerciale raggiunta sabato scorso da Usa e Cina.


Cina: incontro Trump-Xi "di successo", "il prima possibile" l'attuazione degli accordi presi con gli Usa

Il ministero del Commercio conferma la tregua di 90 giorni ma il comunicato è privo di dettagli. Si attende il ritorno in patria del presidente cinese

Per la prima volta da quando Donald Trump e Xi Jinping hanno cenato insieme sabato scorso a Buenos Aires (Argetina), da Pechino è arrivata una conferma ufficiale sul fatto che tra Usa e Cina è stata siglata in quella occasione una tregua commerciale di 90 giorni. Fino ad ora ne aveva parlato solo l'amministrazione americana.


Wall Street, finito l'entusiasmo per la tregua Usa-Cina

Gli investitori si chiedono se si arriverà a un vero accordo commerciale

Trump ancora contro Powell, "contento neanche un po'" di averlo scelto

Lunga intervista al Washington Post, in cui ha preso di mira il presidente della Fed: "Stanno andando completamente fuori strada", riferendosi agli aumenti dei tassi d'interesse

 Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha nuovamente attaccato il presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, affermando di "non essere contento neanche un po'" di averlo scelto, consigliato dal segretario al Tesoro, Steven Mnuchin. Durante un'intervista al Washington Post, Trump ha dato alla Fed la responsabilità dei recenti ribassi degli indici azionari e della decisione di General Motors di chiudere quattro stabilimenti negli Stati Uniti (più uno in Canada), con il taglio di oltre 14.000 posti di lavoro. Trump ha criticato l'aumento dei tassi d'interesse della Fed, ma ha detto di non temere una recessione.


L'Italy America Chamber of Commerce ottimista sul 2019

Il presidente Alberto Milani: "il Sistema Italia funziona benissimo qui a New York"

In occasione del Gala annuale della Italy America Chamber of Commerce (IACC), svoltosi il 3 dicembre a New York al Tribeca Rooftop, il suo presidente Alberto Milani ha ribadito la centralità nel sistema Italia dell'organizzazione fondata nella metropoli americana nel 1887 e avente l'obiettivo di rappresentare gli interessi delle aziende che vogliono o che hanno relazioni commerciali e di business tra Usa e il nostro Paese.


Pompeo: "Gli Usa sospenderanno il trattato Inf, se la Russia continuerà a non rispettarlo"

La decisione degli Stati Uniti è appoggiata dagli alleati della Nato

Gli Stati Uniti sospenderanno tra 60 giorni la loro adesione al trattato Inf, a meno che la Russia non torni a rispettarlo. Lo ha annunciato il segretario di Stato, Mike Pompeo, dopo gli incontri a Bruxelles con gli alleati della Nato. La sospensione durerà sei mesi, poi sarà valutato il comportamento della Russia.


L'analisi delle Poste Usa propone cambiamenti, possibile aumento prezzi

Era stata chiesta ad aprile dal presidente Trump. Amazon ma anche Ups e FedEx potrebbero risentirne

Otto mesi dopo la richiesta fatta da Donald Trump, è stata conclusa l'analisi delle finanze delle Poste americane. Guidata dal dipartimento del Tesoro, la task force creata ad hoc ha concluso la sua ricerca invitando a una riorganizzazione dello United States Postal Service (Usps), incluso un cambiamento della sua governance, delle pratiche occupazionali, dell'allocazione dei costi e della politica di prezzo.


Hsbc boccia Apple, dipende troppo dall'iPhone

L'analista Erwan Rambourg offre al gruppo tre strategie complementari

Il titolo Apple soffre nel pre-mercato dopo la bocciatura di Hsbc. L'analista Erwan Rambourg ha tagliato a "tenere" da "comprare" la raccomandazione sostendendo che "è troppo tardi per vendere [il titolo che negli ultimi tre mesi ha perso il 19%] ed è troppo presto per comprarlo". Il prezzo obiettivo a 12 mesi è stato ridotto a 200 da 205 dollari alla luce di "un'assenza di catalizzatori".



Conte: con Juncker confronto costruttivo, Italia ed Europa sulla stessa barca

Il premier alla fine del G20: non siamo in difficoltà a difendere la manovra. Boccia chiede buon senso e pragmatismo. Tria: sgombrato il campo da percezioni sbagliate

Buenos Aires - Dopo i colloqui con i rappresentanti Ue a margine del G20 argentino, Giuseppe Conte torna a casa forte di un clima "sereno" e di un "confronto costruttivo". A Roma, il premier italiano porta un velato ottimismo espresso dalle sue controparti: forse la procedura di infrazione per eccesso di debito si può ancora evitare. E magari una soluzione ci potrà essere entro l'Ecofin del 17 dicembre. Serve trovare il giusto equilibrio tra le riforme bandiera del 'governo del cambiamento' (intoccabili) e quello che chiede Bruxelles, desiderosa di vedere l'Italia ancora al centro dell'Eurozona. Perché alla fine non conviene a nessuno una crisi, tanto più che "Italia ed Europa sono sulla stessa barca".